Storia dell'uso psichedelico

Storia dell'uso psichedelico

Gli psichedelici appartengono a una classe di farmaci noti come allucinogeni. Gli allucinogeni sono droghe in grado di modificare il tuo senso della realtà. Possono deformare il tuo senso di gusto, odore, vista e persino tempo. L'era moderna dell'uso psichedelico può essere ricondotta ad Albert Hofmann, uno scienziato e ricercatore che per la prima volta ha sintetizzato la dietilammide dell'acido lisergico, più comunemente noto come LSD, nel 1938. Cinque anni dopo, nel 1943, divenne il primo a provare l'LSD.

Da questa scoperta di riferimento, l'uso di LSD e altri psichedelici ha avuto una storia lunga e complicata. Sembra che ci siano opinioni polarizzanti sui benefici e sulle insidie ​​di questi farmaci. Da un'estremità dello spettro ci sono persone che pensano che i farmaci psichedelici possano contenere la chiave per il trattamento delle condizioni come la depressione e il disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Dall'altra parte dello spettro sono persone che pensano che i pericoli dell'uso di psichedelici superano di gran lunga qualsiasi beneficio che potrebbero rappresentare.

Questo articolo esamina la storia affascinante di Psychedelics da quando Albert Hofmann ha provato per la prima volta LSD nel 1943. 

Prima di Albert Hofmann 

La ricerca di Albert Hofmann ha significato una svolta nell'uso scientifico degli psichedelici con la scoperta dell'LSD. Tuttavia, l'uso di psichedelici per i suoi presunti benefici medici e spirituali lo ha preceduto da tempo. Nell'antica cultura azteca, le persone hanno preso psichedelici sotto forma di funghi di psilocibina noti come Teonanácatl.

Lo hanno fatto nelle cerimonie religiose per modificare le loro menti e comunicare con i loro dei. Nella cultura sudamericana, l'uso psichedelico è stato storicamente incoraggiato con l'aiuto di uno sciamano il cui ruolo è guidarti attraverso l'esperienza psichedelica. 

Cosa fa un viaggio di viaggio?

Gli anni '50 e '60 

La ricerca sull'uso degli psichedelici era al culmine negli anni '50 e '60, subito dopo la scoperta dell'LSD. Scienziati e ricercatori erano curiosi della droga apparentemente meravigliosa. Dieci anni dopo che Albert Hofmann ha provato l'LSD, nel 1953, uno psichiatra di nome Humphrey Osmond iniziò a prescrivere l'LSD alle persone con diagnosi di alcolismo (ora noto come disturbo da uso di alcol o AUD). Ha innescato l'uso di psichedelici per il trattamento di AUD tra un raccolto di psichiatri negli anni '60.

In quell'epoca, gli scienziati credevano che l'esperienza della terapia psichedelica potesse catalizzare un rapido e profondo cambiamento nella relazione di una persona con i loro sintomi, sistema di valori e senso di sé. Alcune stime rivelano che gli psichedelici potrebbero essere stati somministrati a ben 40.000 persone con condizioni di salute mentale variabili tra il 1950 e il 1965.

A metà degli anni '60, l'LSD era diventato un farmaco ricreativo alla moda usato casualmente per i suoi effetti che alterano la mente. Temendo il suo potenziale per uso improprio, i governi hanno emesso divieti e divieti entro la fine del decennio. 

Gli anni '70 e '80

L'intervento del governo negli psichedelici in questa era ha portato la ricerca nella droga a HAT. Sebbene la ricerca condotta negli anni '50 e '60 ha rivelato che gravi effetti avversi erano relativamente rari e sono stati osservati alcuni risultati positivi, emessi divieti e restrizioni.

L'LSD era diventato ampiamente disponibile per uso ricreativo e le persone temevano il suo potenziale di abuso. Il governo ha anche sostenuto che si trattava di un farmaco sperimentale con insidie ​​sconosciute. Nel 1970, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato un atto che ha classificato l'LSD come droga del programma.

Le droghe del programma I sono droghe determinate ad avere il più alto potenziale di abuso e nessun uso medico attualmente accettato; Altri esempi sono l'eroina ed estasi (MDMA). Da notare, la marijuana è ancora considerata una droga del programma a livello federale, sebbene legale per uso ricreativo in molti stati.

Creano dipendenza da psichedelici?

Uso di psichedelici oggi 

La ricerca sugli psichedelici sta godendo di un altro boom in questi giorni, guidato da scienziati e ricercatori in Svizzera, Germania e Stati Uniti. Sebbene non sia ampiamente studiato come durante il boom negli anni '50 e '60, i ricercatori stanno facendo passi da gigante nei loro progressi. La ricerca oggi è stata più approfondita della ricerca condotta in passato.

Gli studi clinici hanno valutato i benefici della metilendioximetampetamina (MDMA), uno stimolante sintetico e psichedelico, nel trattamento della depressione e del PTSD. C'è anche ricerca sull'uso della psilocibina (funghi) per il trattamento di disturbi depressivi maggiori, dipendenze e disturbi dell'umore di fine vita.

Alcuni sostengono che le restrizioni che rimangono in atto sull'uso del farmaco sono la ricerca di ostacoli. Al contrario, altri affermano che è essenziale per garantire l'esplorazione sicura dei potenziali benefici del farmaco. Gli anni '50 e '60 possono ancora essere visti come il picco della ricerca psichedelica. Tuttavia, ci sono crescenti progressi della ricerca in questi farmaci. Nel marzo 2019, la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato usando la ketamina, un agente anestetico con alcune proprietà psichedeliche, per trattare la depressione.

Inoltre, nel 2022 è stata completata una sperimentazione clinica di fase 3 sull'uso di MDMA per trattare i sintomi di disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Si ritiene che queste prove di fase 3 siano a un passo dall'approvazione per l'uso da prescrizione. 

Man mano che la prova del potenziale terapeutico cresce, anche la legalità psichedelica

Riepilogo

Rimane molto che non sappiamo di come funzionano gli psichedelici, nonché ai loro potenziali benefici e rischi. Prendere questi agenti senza supervisione può provocare effetti collaterali gravi e talvolta fatali. Man mano che la ricerca su questi farmaci progredisce, gli scienziati ritengono che gli psichedelici possano diventare un pilastro medico per il trattamento di diverse condizioni mediche.