È suicidio genetico?

È suicidio genetico?

La ricerca indica che potrebbe esserci una componente genetica del suicidio. Tuttavia, i ricercatori non sono sicuri di quanta genetica influisce sul comportamento suicida.

Questo articolo esamina gli ultimi sviluppi scientifici su come la genetica influisce sul comportamento suicida. 

Statistiche suicide

Il suicidio è una condizione globale prevalente. Ogni anno, circa 1.5 milioni di persone in tutto il mondo si suicidano. Alcuni studi stimano che 1.Il 4% di tutti i decessi è causato dal suicidio. Anche con decenni di ricerca, gli scienziati potrebbero non comprendere mai veramente il comportamento suicidario e le sue cause.

Se hai avuto pensieri suicidari, può aiutare a sapere che non sei solo. Non è raro sperimentare pensieri suicidari quando vivi in ​​situazioni ad alto stress o con condizioni mentali come la depressione.

Nel 2017, il suicidio è stata la seconda principale causa di morte nelle persone di età compresa tra 10 e 34 anni e la terza principale causa di morte nelle persone di età compresa. Alcune ricerche mostrano che circa il 90% delle persone che agiscono su comportamento suicidario può avere una qualche forma di disturbo mentale durante il periodo in cui si sono suicidati.

Rischio di suicidio: esiste una componente genetica?

Sebbene non sia completamente certo che la genetica abbia un ruolo nel suicidio, alcune prove scientifiche supportano che potrebbe esserci un legame.

La genetica può aumentare il rischio di suicidio

Condizioni di salute mentale come depressione, disturbo d'ansia, disturbo da uso di alcol e PTSD (tra molti altri disturbi) sono state collegate ad un aumento del rischio di suicidio. Una storia familiare di condizioni come quelle potrebbero aumentare il rischio di sviluppare un comportamento suicidario.

È essenziale ricordare che avere una storia familiare di queste condizioni non significa automaticamente che tu mostrerà segni di comportamento suicidario. Significa solo che sei a rischio più elevato rispetto alla persona media.

Se la persona amata muore per suicidio, il tuo rischio potrebbe aumentare

Per le persone con una storia familiare di suicidio, vivere attraverso il dolore di perdere qualcuno per suicidio può portare alla depressione e aumentare ulteriormente il rischio di suicidio. Inoltre, lo strato di stigma e vergogna attaccati al suicidio può portare a un ulteriore dolore emotivo.

I bambini di genitori con disturbo bipolare possono sperimentare ideazione suicidaria

Uno studio del 2011 ha esaminato il rischio di suicidio nei bambini di genitori con disturbo bipolare (i genitori hanno mostrato comportamenti o pensieri suicidari) e i ricercatori hanno scoperto che quei bambini avevano almeno un aumento del 33% dell'ideazione suicida se anche quei bambini fossero stati esposti una sorta di difficoltà o trauma. 

Gemelli e suicidio

Ci sono stati anche numerosi studi gemelli condotti per confermare il legame tra suicidio e genetica. In uno studio del 2006 sui tassi di pensieri e comportamenti suicidari tra gli adolescenti che sono gemelli negli Stati Uniti, i ricercatori hanno trovato un tasso più elevato di suicidio tra i gemelli identici rispetto ai gemelli non identici. 

Altri fattori di rischio

Di seguito sono riportati ulteriori fattori che aumentano il rischio di suicidio.

I fattori ambientali possono contribuire al suicidio

I fattori ambientali possono portare ad un aumentato rischio di suicidio. I fattori ambientali possono includere:

  • Difficoltà finanziarie
  • Problemi di relazione
  • Accesso a materiali o armi mortali
  • Mancanza di accesso all'assistenza sanitaria mentale

Si prega di notare che questi non sono gli unici fattori ambientali che aumentano il rischio di suicidio.

I farmaci possono influire sul rischio di suicidio

Per coloro che stanno vivendo un disturbo della salute mentale, i farmaci possono spesso aiutare ad alleviare i sintomi. Tuttavia, prima di essere prescritto farmaci, il medico esaminerà attentamente i pro e i contro dell'assunzione di farmaci.

Mentre gli antidepressivi possono aumentare il rischio di suicidio nei bambini e negli adolescenti, non il trattamento della depressione con gli antidepressivi può anche aumentare tale rischio in misura ancora maggiore.I farmaci ipnotici possono anche aumentare il rischio di suicidio.

Inoltre, alcuni farmaci come litio, clozapina e ketamina. Anche se è possibile che gli antidepressivi possano portare a un maggiore rischio di suicidio, a livello di popolazione, è stato dimostrato che gli antidepressivi riducono il rischio di suicidio. Gli antidepressivi possono ridurre il rischio di suicidio.

È importante ricordare che tutti reagiscono ai farmaci in modo diverso. Quindi un farmaco può essere utile per te e inutile per un'altra persona. Dopo essere stato prescritto farmaci, è molto importante segnalare eventuali effetti collaterali o pensieri suicidari mentre prendi il farmaco. Potrebbe essere necessario passare a un altro farmaco o assumere una dose diversa.

Uso di sostanze e rischio di suicidio

In un piccolo studio, i ricercatori hanno scoperto che le persone con disturbo bipolare che avevano anche un disturbo da uso di sostanze avevano un 39.Rischio del 5% di tentare il suicidio rispetto alle persone con disturbo bipolare che non avevano un disturbo da uso di sostanze (questo gruppo aveva un 23.8% tasso di tentativo di suicidio).

Diatesi

Un paper del 2018 ha osservato che un solo disturbo di salute mentale non è ciò che aumenterà necessariamente il rischio di suicidio.Piuttosto, una diatesi, che si riferisce alla tendenza di qualcuno a soffrire di una malattia, contribuisce anche a un rischio di suicidio più elevato. Ad esempio, se una persona è più inclini a sperimentare l'idea suicidaria e ha anche un disturbo psicologico, il rischio di suicidio aumenta.

I geni specifici possono aumentare il rischio di suicidio?

In un grande studio del 2020 che coinvolge lo studio dei campioni di DNA di oltre 14.000 persone, i ricercatori hanno identificato circa 22 geni che potrebbero aumentare il rischio di suicidio nelle persone che li hanno portati.

Questi geni possono, ovviamente, essere tramandati a bambini e altri parenti. I ricercatori hanno sottolineato che la genetica è solo uno dei tanti fattori che possono mettere una persona a rischio di suicidio. Hanno scoperto che le persone che erano morte per suicidio avevano anche una predisposizione genetica per condizioni come la depressione e la schizofrenia. 

A rischio non significa che il suicidio sia inevitabile

È importante ricordare che se hai un rischio di suicidio più elevato, ciò non garantisce che mostrerai un comportamento suicida. Ci sono alcuni fattori protettivi che possono aiutare a prevenire il suicidio come:

  • Imparare capacità di coping sane
  • Identificare i motivi per vivere
  • Ottenere supporto emotivo dai propri cari
  • Un senso di connessione con i propri cari e la tua comunità
  • Forti legami culturali

Una parola da moltowell 

Se tu o qualcuno che conosci sta esibendo comportamenti suicidari o ideazione, ottenere aiuto il prima possibile è cruciale. Sebbene ci siano prove a sostegno del fatto che tu possa essere geneticamente predisposto a pensieri e comportamenti suicidari, puoi ridurre significativamente il rischio di impegnarti in comportamenti suicidi con il trattamento e il supporto adeguati.

Suggerimenti per far fronte alla depressione e ai pensieri suicidi